Cesenatico. Arte e monumenti

 

 

Il Porto Canale e il Museo della Marineria. Cesenatico.
Il Porto Canale e il Museo della Marineria. Cesenatico. Foto di Caba2011

 

Cesenatico non è soltanto una località balneare. Il suo piccolo centro raccoglie interessanti testimonianze storiche e artistiche legate all'antica civiltà della marineria e una vivace attività culturale.

Una delle perle del litorale adriatico romagnolo è Cesenatico, affascinante località turistica molto frequentata durante tutto l'anno, ma soprattutto nella stagione estiva, quando diventa una meta privilegiata per le vacanze al mare.

 


Veduta della spiaggia di Cesenatico

 

Il turismo è il principale settore economico di questo delizioso e ospitale centro romagnolo e si sviluppa sia intorno all'attività balneare, sia come turismo culturale, nella valorizzazione di monumenti e testimonianze di carattere artistico e storico, sia nel settore dell'intrattenimento e del divertimento con discoteche, parchi giochi, spettacoli e concerti. Non mancano inoltre le sagre, le feste tradizionali, i mercatini e le manifestazioni sportive.

 


Uno degli spettacoli organizzati da Santa Claus Village di Cesenatico.

 


Cesenatico offre confortevoli e attrezzate strutture balneari, e un ventaglio molto ampio di offerte per il soggiorno, con oltre quattrocento alberghi, pensioni, Bad and Breakfast, ostelli e campeggi.

Per i più sportivi si propongono numerose occasioni di divertimento come le Regate di Pasqua, gli incontri di beach volley e le scuole di nuoto, rivolte anche ai bambini.

 


Le Regate Internazionali di Pasqua

 
L'ospitalità di questo centro di tradizione marinara è rinomato, come pure la qualità della cucina locale che si può gustare negli ottimi ristoranti e servizi di ristoro.
Accanto ai prelibati prodotti ittici, la zona compresa tra Cesenatico e Ravenna è ricercata anche per i tartufi e i celebri vini di Romagna. Tra i piatti più graditi si possono ricordare il risotto alla marinara, le grigliate di pesce, la polenta alle seppie, i calamari ripieni, abbinati a vini locali come il Trebbiano, Il Sangiovese e l'Albana.

 


La locandina della tradizionale festa gastronomica del Pesce di Cesenatico

 


Per concedersi una vacanza, soprattutto per chi ama il mare, Cesenaticorappresenta un'ottima scelta anche per il buon rapporto qualità-prezzo dei servizi che offre.

Dal punto di vista culturale Cesenatico si presta ad essere visitata, scoperta e conosciuta per la sua storia e la sua arte, per il suo indimenticabile Museo della Marineria, un ambiente molto accogliente e suggestivocon le sue antiche barche, e la ricostruzione della vita di mare attraverso una ricca collezione di strumenti e testimonianze.  

 


Una delle sale del Museo della Marineria di Cesenatico.

 

Meritano di essere visti anche i reperti archeologici   di età romana e medievale, raccolti nel locale Antiquarium.  Interessanti dal punto di vista storico sono anche i resti dell'antica Rocca, visibili nel Parco della Rocca e recentemente restaurati e il  porto canale progettato da Leonardo da Vinci.   Non può mancare una visita alla deliziosa Piazzetta delle Conserve, molto ben conservata nelle sue caratteristiche originali.

 


La piazzetta delle Conserve, uno dei luoghi più caratteristici del centro storico di Cesenatico.

 

A questi si aggiungono diversi altri monumenti di pregio che vanno dal settecentesco Teatro Comunale ai villini Liberty, alla moderna Colonia Agip.

Per chi ama la musica e lo spettacolo, il Teatro Comunale di Cesenatico offre concerti e spettacoli per tutto l'anno, con musica di vari generi, dal classico al jazz, al moderno, all'etnico, spettacoli di danza e di prosa, e interessanti rassegne all'aperto nei mesi estivi.

 



Un momento dei Concerti all'Alba sulla spiaggia di Cesenatico.

 

La storia e la cultura di Cesenatico sono anche attraversate da numerosi personaggi celebri. Accanto al già citato Leonardo, troviamo altri artisti come il poeta Marino Moretti, il pittore Francesco Andreini, l'architetto razionalista Giuseppe Vaccaro.

 


Il poeta Marino Moretti in una foto d'epoca

 

A questi vanno aggiunti il medico e astrologo Giovanni Bonachino Ambroni,  l'eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi, i Malatesta e il duca Cesare Borgia detto il Valentino.

 A. Cocchi

 

 

 

Cesenatico. Art and Monuments

 

One of the jewels of the Adriatic Coast in the Emilia Romagna region is Cesenatico, a fascinating tourist destination the whole year round, but mainly during the summer when it becomes the favourite place for a sand, sea and sun holiday.
The tourism is the main source of income for this pleasant and friendly town, and it develops around seaside activities, either in the cultural sector, with important monuments and artistic and historical activities, or in the entertainment sector, such as nightclubs, funfairs, shows and concerts. There are also festivals, traditional celebrations, local markets and sport events.

Cesenatico offers comfortable and fully equipped beach establishments, and a great range of choices for accommodation, with over 400 hotels, pensions, B&Bs, hostels and camping sites. The hospitability of this traditional seafaring place is renowned, as it is the local cuisine that can be tasted in the wonderful restaurants around. 
Among the most requested dishes is the Risotto alla marinara (seafood risotto), grilled fishpolenta with sepia and stuffed squid. Besides the fishing products, the area between Cesenatico and Ravenna is also sought after for the truffles and the famous wines of Romagna. Your meals will be accompanied by local wines as the Trebbiano, Sangiovese and Albana.
To treat yourself a nice holiday, particularly for sea lovers, Cesenatico is a great choice also for the good quality-price relationship.
From the cultural point of viewCesenatico can be explored and discovered for its history and art. There is the unforgettable Museo della Marineria  (Seamanship Museum) with its traditional boats; the archaeological finds gathered in the local Antiquarium; the medieval events that led to the construction of the old Rocca (a fortress, from which recently found remains can be seen in the Parco della Rocca); the port projected by Leonardo da Vinci; and other valuable monuments, from the Communal Theatre  (dated 18th Century)  to the Liberty style houses and the modern Agip summer camp.
For music lovers and for those passionate about shows,the Communal Theatre of Cesenatico offers concerts and shows all year round, with varied music, from classic to jazz, modern and ethnic. Then there is the dance and ballet, the prose and open air events during the summer months.
The history and culture of Cesenatico is also marked by the presence of several famous personalities. Besides the already mentioned  Leonardo da Vinci, we can find other artists as the poet Marino Moretti, the painter Francesco Andreini, the rationalist architect Giuseppe Vaccaro. We can also add the doctor and astrologer  Giovanni Bonachino Ambroni, the heroe Giuseppe Garibaldi, the Malatesta and the Duke Cesare Borgia nicknamed Valentino.

 

 A. Cocchi

Trad.: A. Sturmer

 

Musei e spazi espositivi

 

Nonostante si tratti di un piccolo centro, la vivace cittadina di Cesenatico ha saputo arricchirsi di importanti centri culturali che meritano l'attenzione del turista di passaggio o in soggiorno nella località  romagnola.
L'offerta turistica di Cesenatico non si esaurisce infatti solo nei bagni di mare, nelle discoteche, nei mercatini e nella buona cucina, che sono comunque graditi da un vasto pubblico, ma anche da una declinazione turistica di stampo culturale.
Accanto al locale e attivo Teatro Comunale,che offre spettacoli in tutte le stagioni dell'anno, alla Biblioteca pubblica e ai locali destinati alle mostre, sono presenti tre sedi museali, tutti di recente istituzione e voluti dalla stessa comunità  cesenaticense.
I musei di Cesenatico hanno una storia giovane poiché sono nati tutti a partire dal 1980. I primi due, l'Antiquarium e il Museo della marineria, sono stati realizzati in seguito ad importanti eventi culturali che hanno avuto un efficace impatto sulla popolazione, sensibilizzando gli abitanti e stimolando l'interesse per l'archeologia, la conoscenza delle proprie origini e il recupero di tradizioni di cui si è avvertita la tendenza a scomparire definitivamente. In entrambi i casi, infatti, tutto è partito da un convegno di carattere scientifico-culturale, quello degli "Studi Romagnoli", tenuto a Cesenatico nel giugno del 1969 sull'archeologia locale e l'altro dedicato alla pesca e alla vita di mare dal titolo "La marineria romagnola, l'uomo, l'ambiente" del 1977.
La nascita dei due musei sono dovuti sia all'attiva promozione della locale Azienda di Soggiorno, in collaborazione con il Comune di Cesenatico, sia alla collaborazione offerta dagli stessi abitanti, soprattutto nel caso dell'Antiquarium un gruppo di cittadini, guidati da Bruno Ballerin, in qualità  di ispettore onorario ai monumenti, e in collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Archeologici, hanno condotto una sistematica ricerca sul territorio, pervenendo a importanti risultati sia sul piano conoscitivo che nel rinvenimento dei reperti.

La terza sede museale, Casa Moretti, è stata istituita dal Comune di Cesenatico nel 1980, in seguito al lascito fatto dal poeta Marino Moretti alla Biblioteca locale, comprendente la sua casa sul canale con tutti i suoi libri e gli scritti autografi. Con questo gesto il poeta si proponeva di dedicare queste sue proprietà  "allo studio, all'istruzione e all'educazione".

Particolarmente curati, nella scelta dei materiali e degli oggetti esposti, negli allestimenti e nel contesto di attività  in cui si articolano, i musei di Cesenatico riescono ad offrire una fruizione moderna, gradevole e  interessante, piena di spunti e occasioni di approfondimento per chi studia e per chi è semplicemente curioso di conoscere, una possibilità  di arricchimento personale per chiunque. Quando non si trascorre il tempo in spiaggia, ci si può immergere tra i reperti dell'Antiquarium, o rintracciare sull'antica mappa esposta, l'antico abitato di Ad Novas. Ci si può abbandonare al fascino della vita di mare, perdersi tra le vele e i nodi dei pescherecci o concedersi qualche riflessione nella lettura delle poesie di Marino Moretti. Poi si può continuare la vacanza, un po' più ricchi dentro.

 

 

 

 

 

Bibliografia

 

B. Ballerin, Rocca, torre e fortino del Cesenatico. in: Romagna arte e storia n. 49, 1997, Editrice Romagna arte e storia, Rimini 1997
F. Santucci, Cesenatico, da porto di Cesena a Comune Edizioni Il ponte vecchio, Cesena, 1995
D. Gnola, Storia di Cesenatico Edizioni Il ponte vecchio, Cesena, 2001
D. Gnola, Cesenatico nella storia Edizioni Il ponte vecchio Cesena, 2008
M. Marini Calvani (a cura di), Schede di Archeologia dell'Emilia-Romagna, Bologna 1995
B. Farfaneti, Cesenatico romana. Archeologia e territorio, Ravenna 2000
C. Dondi Il porto di Cesenatico lo pensò Leonardo? in:www.bper.it/gruppobper/incontri
AA. VV.Quaderno da viaggio. Provincia di forlì-Cesena. Luoghi e incontri, arte e cultura dal mare all'appennino.
P. Fabbri. La pianura e i lidi romagnoli. Guide d'Italia. Fabbri Editori, Milano 1982
M.Tedeschini (a cura di) Cesenatico. In: Atlante Romagnolo. Dizionario alfabetico dei 76 comuni. Il Resto del Carlino.

P. G. Pasini Andar per Musei. Guida all'usa dei musei della Romagna meridionale. (a cura di Italia Nostra) Romagna arte e storia Quaderni
AA. VV. Guida ai musei della Provincia di Forlì-Cesena. Edizioni Prima Pagina, Cesena, 1999

 

 

 

   

   
Approfondimenti
Loading…