La portinaia

Quest'opera raffigura una matura signora con i capelli raccolti in uno 'chignon' e il viso chino in avanti a toccare il petto. Rosso ha compiuto una voluta operazione di sintesi formale, riducendo al minimo i dettagli fisionomici del personaggio, l'incavo degli occhi, il profilo del naso, la linea della bocca, che sono appena abbozzati. L'artista vuole fondere la figura con l'ambiente, tramite la completa eliminazine del contorno e la dissoluzione della stuttura volumetrica del corpo; il busto della figura appare infatti come una massa indistinta e quasi compltamente grezza. Il gesso non è modellato in maniera omogenea, ma per tocchi veloci che accentuano l'effetto pittorico della superficie, rendendola più sensibile agli effetti di luce e atmosfera. La traduzione figurativa della donna non è più a tutto tondo ma è costruita e modellata per essere vista da un preciso angolo di osservazione.

V. Zangari


Bibliografia e sitografia.

 "Scritti sulla scultura" a cura di Lorella Giudici, edizioni Abscondita;
 Wikipedia;
 sito internet sulla pittura degli scapigliati.

   

   
Approfondimenti
Loading…