Renoir


La Grenouillère Il palco La colazione dei canottieri Bal al Moulin de la Galette


torna indietro: Artisti

La Grenouillère

Storia dell'arte  >  Artisti

A Bougival, un villaggio posto in riva alla Senna, la maggior attrattiva naturalistica era costituita dall'isolotto di Croissy, situato nel mezzo del fiume e collegato alla terraferma attraverso un pontile, il copmplesso era chiamato scherzosamente la Grenouillere.
La Grenouillere, letterarlmente "stagno delle rane", era un luogo à la page in quegli anni, dove i parigini trascorrevano le domeniche estive all'aperto.
Renoir e Monet vi si recarono insieme tra luglio e settembre del 1869 e dipinsero la scena contemporaneamente.
I punti di vista dei due autori cambiano ogni volta, suggerendo una rispondenza tra la visione di ciascuno e la trasposizione pittorica della scena.
I due artisti attuano uno studio degli effetti che gli elementi atmosferici hanno sulle forme e colori e del riflesso dei corpi e della luce sull'acqua.
La leggera increspatura dell'acqua è resa dall'azzurro, dal rosa, dall'ocra e dal bianco.
I tocchi di pennello sono regolari ed insistiti per Monet e soffusi e diversamente direzionati per Renoir.
Renoir frammenta la luce in piccole chiazzette di colore, conferendo all'insieme una sensazione di vivacità.
I colori di Renoir sono brillanti, in continuo e mutevole rapporto fra  loro, sensibili al filtraggio della luce solare attraverso le fronde degli alberi; infatti egli affermava che "nessuna ombra è nera. Ha sempre un colore. La  natura conosce soltanto i colori: il bianco e il nero non sono colori."
Utilizzano entrambi pennellate ricche di colore e ben divise; non vi sono contorni, forme definite e oggetti distinti.
Renoir non rinuncia a dipingere gli atteggiamenti delle persone che frequentano i bagni: gli abbigliamenti, le azioni; Monet, al contrario, riduce le persone a macchie di colore variamente disposte nello spazio, concentrandosi maggiormente sulla struttura compositiva dell'opera, infatti egli allontana prospetticamente l'isolotto centrale per dare una visione d'insieme.

G. Salvigni


Bibliografia

Maria Teresa Giunti. Renoir. Giunti editore. 1993
Francesca Castellani e Ilaria Cicali. Renoir e la sensualità della pittura. Edittrice e-ducation.it. 2008
Giorgio Cricco e Francesco Paolo Di Teodoro. Itinerario nell'arte. Zanichelli. 2006


 

Approfondimenti:La Grenouillère, acqua. riflesso, colore, pittura.

Stile:Impressionismo.

Per saperne di più sulla città di: Stoccolma

 


Pierre Auguste Renoir. La Grenouillère.1869. Olio su tela. 66 x 81 cm. Stoccolma, National Museum


Claude Monet. La Grenouillère.1869. Olio su tela. 74,699,7 cm. New York, Metropolitan Museum of Art

disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK