Sisley


La strada de la Machine, Louveciennes Il canale del Loing Neve a Louveciennes La barca durante l'inondazione


torna indietro: Artisti

Il canale del Loing

Storia dell'arte  >  Artisti

Nel 1880, si verifica una profonda frattura nella vita di Sisley e nella sua opera.
 Il pittore abbandona il dipartimento di Senna e Oise dove risiedeva e lavorava dal 1871 per stabilirsi in quello di Senna e Marna dove abiterà fino alla sua morte. L'artista s' installa in modo definitivo a Moret-sur-Loing nel settembre del 1882, attratto senza dubbio dal carattere pittoresco di questa cittadina e dalla sua posizione favorevole sulle rive del Loing.
Nel corso degli ultimi venti anni della sua esistenza, Sisley dipinge spesso lungo questo corso d'acqua o sulle rive della Senna, nel comune vicino di Saint-Mammès. Esattamente in questo luogo, si trova il punto di confluenza di questi due fiumi. Sisley fissa ugualmente numerose vedute del canale che segue il corso del Loing per una cinquantina di chilometri.
In questo caso, l'artista realizza un'impaginazione originale. Egli si è messo in un punto in cui il canale incomincia a curvare e, attraverso una fila di alti pioppi dai tronchi nudi, s' intravede la sponda opposta. Questo modo di trattare il soggetto ricorda gli effetti di prospettiva ottenuti un tempo con le strade tortuose che scomparivano all'orizzonte.
Non troppo in lontananza si nota una casa dietro alla quale se ne intravede un'altra e c'è un uomo vicino alla sponda del fiume che lo osserva. Nel letto del fiume, vi è anche una piccola barca scura e ferma che sembra quasi stia aspettando che qualcuno la utilizzi ma è consapevole che dovrà aspettare tanto tempo poichè siamo in autunno.
Un ampio spazio è riservato al cielo. D'altronde Sisley spiega al critico Tavernier la sua arte: "il cielo costituisce lo sfondo dei miei quadri [...] Insisto su questa parte di paesaggio perché vorrei riuscire a far comprendere l'importanza che le attribuisco [...] io, comincio sempre le mie tele dal cielo".
In questo quadro ritroviamo delle gradazioni di colori che vanno dall'azzurro al blu e al violetto che trasmettono a chi lo guarda una sensazione di tranquillità e serenità.

A. Evangelisti


Bibliografia

Francois Daulte. Sisley. Fratelli Fabbri Editori 1972
AA.VV. Alfred Sisley.  Ferrara- Palazzo dei Diamanti 17febbraio - 19maggio 2002
Itinerario nell'arte: dal Barocco al Postimpressionismo" Zanichelli 2006
"Wikipedia" sito internet

 

Approfondimenti:Sisley, veduta.

Stile:Impressionismo.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Alfred Sisley canale del Loing a Moret 1892 olio su tela cm 73x93. Parigi, Museo d'Orsay



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK