Seicento


La pluralità di stili nel Seicento I precedenti culturali dell'arte del Seicento I centri artistici del Seicento in Italia Roma nel Seicento Bologna nel Seicento Napoli nel Seicento Firenze nel Seicento


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Roma nel Seicento

Storia dell'arte  >  Stili

Fin dagli ultimi decenni del '500, a Roma erano già presenti i precaravaggeschi, soprattutto i nordici, gli olandesi, che trovavano in Caravaggio un modello moderno.
Ma Roma nel '600 si distingue dalle altre città perchè diventa una capitale artistica.
Ciò è dovuto alla presenza di tutti i maggiori protagonisti del secolo: Caravaggio, Annibale Carracci, Pietro da Cortona, Bernini, Borromini; ognuno dei quali lascia una testimonianza importantissima, di rilevanza internazionale.

Nel Seicento Roma è il più vivo centro culturale e d'avanguardia d'Europa. E' la sede della potenza cattolica. Gli artisti italiani ed europei a Roma sono attratti dalle antichità, sia dalle opere dei "divini" maestri del '500, ma anche dalle commissioni del clero e delle ricche famiglie della nobiltà romana.
Per volere dei papi, a partire dalla fine del '500 e durante il '600 viene trasformata la città e la nuova arte  le conferisce la sua impronta particolare. Ci sono grandi imprese costruttive con progetti urbanistici sempre più grandiosi e spettacolari: il "tridente", il complesso di Trinità dei Monti, il Colonnato di San Pietro, piazze, strade, fontane, chiese, palazzi e ville (Borghese, Barberini, Pamphili, Ludovisi...).

Uno degli aspetti del '600 è il barocco. Rappresenta il nuovo gusto della chiesa trionfante: è l'esibizione fastosa della gloria, della potenza, della ricchezza, della gioia, ecc. I maggiori protagonisti  del barocco a Roma, che inizia negli anni '30 del '600, sono Bernini, Borromini e Cortona.
Ma oltre alla corrente del barocco, più appariscente e diffusa, nel Seicento si possono individuare alrtri filoni artistici in cui non mancano influssi vicendevoli, come la corrente naturalistica inaugurata da Caravaggio, e quella classicistica promossa da Annibale Carracci.

A. Cocchi


Bibliografia:

A. Ottani Cavina. Dal ciclo di lezioni tenute presso L'università di Bologna, Dipartimento Arti Visive, Corso di Storia delle Arti a.s. 1984-85. Problemi dell'arte figurativa nei secoli XVII e XVIII
La storia dell'arte raccontata da E. H. Gombrich. Leonardo editore. Roma 1995
AA.VV. Moduli di arte - E - Dal neoclassicismo alle avanguardie. Electa - Bruno Mondadori, 2000
G. Cricco F.P. Di Teodoro. Itinerario nell'arte. Vol 3. Dall'età dei lumi ai giorni nostri. Zanichelli editore, Bologna 2005
G. Dorfles, F. Larocci, A. Vettese. Storia dell'arte. Vol. 3. L'Ottocento. Istituto Italiano Atlas Edizioni. Orio del Serio 2008
La Nuova Enciclopedia dell'Arte Garzanti, 1986
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 4, Zanichelli Bologna 2004

 

 

Stile:Seicento.

Per saperne di più sulla città di: Roma

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Gian Lorenzo Bernini. Colonnato e piazza San Pietro. Roma


Francesco Borromini. Cupola di Sant'Ivo alla Sapienza. 1642 Roma.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK