Postimpressionismo



Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Postimpressionismo

Storia dell'arte  >  Stili

Post-impressionismo

Approfondimenti:

L'impressionismo come punto di partenza

Le novità del Post-impressionismo

Bibliografia

 

 

Il Post-impressionismo non è un vero stile, ma una fase storico-artistica molto articolata che comprende gli orientamenti artistici che si sviluppano in Francia nell'ultimo ventennio dell'800. Questi risulteranno fondamentali per l'arte del '900 in Europa e in particolare per la nascita delle Avanguardie storiche.
Il post-impressionismo è così chiamato da molti storici perchè rappresenta un superamento o anche una reazione all'impressionismo, ma si basa sull'assimilazione dei contenuti principali dell'impressionimo.

 

Impressionismo come punto di partenza

 

Le grandi conquiste dell'Impressionismo si possono sintetizzare in alcuni punti:

Questi concetti trasformano radicalmente gli elementi della visione nella pittura. L'impressionismo porta un cambiamento così decisivo da diventare un punto di riferimento obbligatorio per tutta l'arte successiva. Gli impressionisti, secondo diversi studiosi, si possono considerare i primi artisti moderni, perchè hanno sradicato alcune regole tradizionali di rappresentazione.  Non si allontanano, nei loro propositi, dalle tradizioni che derivano dalla scoperta rinascimentale della natura. Anche gli impressionisti vogliono dipingere la natura così come la vedono. La loro ''rivoluzione'' rispetto alla tradizione degli antichi maestri non è negli scopi, ma nei mezzi della pittura.
La loro indagine sui riflessi dei colori, gli esperimenti sugli effetti della pennellata sciolta, mirano a ricreare in modo ancora più perfetto l'impressione visiva. Solo con l'impressionismo la conquista della natura è attuata in pieno: tutto ciò che l'artista vede può essere degno di pittura; qualsiasi aspetto della realtà.
Quindi, a un certo punto, sembra che tutti i problemi di un'arte che vuole rendere l'impressione visiva siano risolti.

 

Le novità del Post-impressionismo

 

Alcuni artisti di poco più giovani o quasi coetanei degli impressionisti partono dalle basi essenziali poste dall'impressionismo e proseguono la ricerca su strade nuove.
Verso la fine del secolo XIX alcuni pittori sono presi da un senso di insoddisfazione verso i risultati dell'arte dell'800 e troviamo una singolare generazione di artisti che pur dovendo tutto o quasi all'impressionismo per quanto concerne la nuova visione intuitiva della realtà, portano le loro ricerche creative verso un superamento, fino a raggiungere un'esperienza diversa e opposta.
Questi artisti sono:

Ognuno  di loro, in modo diverso avverte nell'impressionismo e nella sua visione serena, disincantata della natura, la mancanza di quel senso di inquietudine, di disagio spirituale, che avvertono in quella fine '800.
Sono tutti artisti che non riescono a riconoscersi nella società del loro tempo, perchè seguono altri valori e tendono a isolarsi. Qualcuno anche materialmente, come Gauguin che fugge dal mondo civilizzato alla ricerca di valori più primitivi e autentici.
Questi artisti non negano le conquiste degli impressionisti, ma studiando le loro opere trovano la mancanza di nuovi e profondi valori spirituali. Per esempio Van Gogh ammira le opere impressioniste, ma non diventa un vero impressionista perchè quella ricerca è troppo esclusivamente ottica per lui. Trova intollerabile la carenza di contenuto umano, di partecipazione emotiva che per lui è molto passionale.
In tutti comunque, diventa fondamentale la componente della libertà individuale, e sono artisti che sviluppano stili molto originali, personalissimi.
Altro elemento comune dei post-impressionisti è che raggiungono tardi il successo, o dopo la morte (Van Gogh).

 

A. Cocchi


 


Bibliografia

 

 G. Cricco-F.P. Di Teodoro Itinerario nell'arte vol. 3 Dall'età dei lumi ai nostri giorni Zanichelli, Bologna 1996

La storia dell'arte raccontata da Ernst H. Gombrich Leonardo ed. fasc. 35

 

 

Approfondimenti:post-impressionismo, postimpressionismo, Van Gogh, Gauguin, Seurat, pittura, storia dell'arte, arte, Alessandra Cocchi, .

Stile:Postimpressionismo.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Paul Gauguin. Nudo di donna che cuce, Olio su tela. 1880 115X80 cm. Ny Carlsberg, Copenaghen


Pierre-Auguste Renoir. La Grenouiellère. 1868 Olio su tela 59X80 cm. San Pietroburgo, Museo dell'Ermitage




incent Van Gogh. Albicocchi in fiore. 1888. Olio su tela. 65,5X80,5 cm. Amsterdam, Van Gogh Museum




George Seurat. Contadina seduta sull'erba. 1882. Olio su tela. 38x46 cm. New York, Guggenheim Museum





 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK