Le terramare: note storiche


Modena


torna indietro: Terramare di Montale

Modena

Turismo d'arte  >  Terramare di Montale

Anticamente la zona di Modena era abitata dagli antichi popoli della preistoria; 1900 anni fa invece fu popolata dai romani che costruirono la città che chiamarono Mutina.

Attorno al 387 a.c. entrò in un periodo di decadenza; intorno a questo periodo San Geminiano inizia a proteggere la città salvando molte persone dalle inondazioni causate dalle zone paludose nei dintorni della città. Egli morì intorno al 397 e attorno alla sua tomba si sviluppò la città di Modena.

Dedicato a San Geminiano, nel centro della città sorge il duomo, in mattone e pietra, costruito nel 1099 dall'architetto Lanfranco  e consacrato nel 1186. In quel tempo la vita non era facile, perciò la cattedrale veniva considerata un punto di ritrovo. Il flusso di persone era talmente tanto che viene costruita un’altra entrata. La porta principale era chiamata “porta regia”; sopra di essa viene incisa la scritta: ”Quando passi sotto questa porta oltre che il corpo piega anche la mente”. Nella porta a nord invece sono scolpite delle immagini che rappresentano le stagioni e che nell’antichità fungevano da calendario.

A. Maraldi
A. Guidi 
G. Alessandrone Gambardella
R. Santarelli
G. Granitto

 

Approfondimenti:terramara, villaggio, archeologia, ricostruzione, scavi, cattedrale.

Per saperne di più sulla città di: Modena

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Cattadrale di San Geminiano. Modena



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK