Arte Minoica


Origini e formazione Periodizzazione Caratteri dell'arte minoica Minoico Antico Produzione artistica del minoico antico Ritrovamenti archeologici del Minoico antico Architettura del Minoico Antico Ceramica del Minoico Antico Oreficeria e metalli del Minoico Antico Pittura del Minoico Antico Scultura del Minoico Antico Minoico Medio Necropoli del Minoico Medio Pittura del Minoico medio Urbanistica e architettura del Minoico medio Ceramica del Minoico Medio Lo stile di Kamares Minoico Recente Architettura e urbanistica del Minoico Recente Palazzi del Minoico Recente Teatro minoico Tombe del Minoico Recente Brocchetta di GurniÓ Ceramica del Minoico Recente Oreficeria del Minoico Recente Pittura del Minoico Recente Scultura del Minoico Recente Vaso dei mietitori Periodo Minoico Postpalaziale


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Ceramica del Minoico Recente

Storia dell'arte  >  Stili

I reperti ceramici del Minoico Recente presentano stili diversi e si distinguono tra vasellame e ryta.

Il repertorio decorativo del periodo comprende ancora motivi astratti, ma prevalgono i temi naturalistici: soggetti vegetali stilizzati e animali marini, molto pi¨ frequenti rispetto agli esempi precedenti. Pesci, conchiglie, delfini, polipi, sono rappresentati in scene anche complesse, ma con grande spontaneitÓ e libertÓ espressive.

Sono rappresentati anche soggetti simbolici come bucrani e bipenni in composizioni raffinate ed eleganti.

Le composizioni, soprattutto nei soggetti naturalistici, assecondano la forma del vaso adattandosi alla rotonditÓ della superficie. Esempi che mostrano questa tendenza sono la celebre Brocchetta di GurniÓ o il bellissimo Pithos di Oxford con il polipo. In entrambi questi esempi le forme dell'animale e i tentacoli sono sviluppati in modo da avvolgere armoniosamente il vaso.

Dal punto di vista tecnico i procedimenti di modellatura e cottura raggiunge una perfezione elevatissima, gli abili vasai cretesi realizzano vasi dalle pareti sottilissime, forme eleganti e raffinate, imitando esempi metallici.

La gamma cromatica risulta invertita rispetto alle fasi precedenti: Al fondo scuro viene sostituito un fondo chiaro con figurazioni scure o colori vivaci a contrasto.

Verso la fine del Minoico Recente la vivacitÓ creativa che aveva caratterizzato fin dall'inizio la ceramografia cretese si attenua fino a evolversi verso soluzioni ripetitive e convenzionali.

Tra i vasi del Minoico Recente si possono identificare due filoni principali: il Filone naturalistico e il Filone geometrico, entro i quali si distribuiscono diversi stili.

 Filone naturalistico

L'ampio corpus di ceramiche appartenenti al filone naturalistico del Periodo Neopalaziale Ŕ rappresentato dallo Stile Nuovo, che presenta soggetti ispirati alla natura locale e  omposizioni che si adattano alla forma del vaso. 
Viene ripresa la tecnica bicolore con figure scure su fondo chiaro e viceversa. I motivi sono gli stessi della pittura murale: vengono rappresentati soprattutto fiori, piante, animali. Il gusto naturalistico Ŕ orientato alla sintesi e segue schemi geometrizzanti e linee curve.
In base ai soggetti rappresentati, le ceramiche dello Stile nuovo si dividono in:

Stile vegetale, particolarmente elegante, con prodotti di grande raffinatezza come ad esempio la Brocca proveniente da Paleokastro, dalla superficie interamente rivestita da steli ricchi di foglie di piante palustri;

e lo Stile marino, molto diffuso in diversi centri dell'isola. Le decorazioni sono ispirate al mare, con pesci, coralli, conchiglie e molluschi. Uno degli esempi pi¨ famosi di questo stile Ŕ la  Brocchetta di GurniÓ.  

Filone geometrico

Un altro importante gruppo di oggetti ceramici realizzati nel Periodo Neopalaziale Ŕ lo Stile di di palazzo.
Si tratta di uno stile esclusivo, che costituisce una produzione di lusso con oggetti di gusto raffinato, ritrovati negli ambienti di corte e negli edifici sacri. Presenta un maggiore schematismo, eleganti forme stilizzate, motivi astratti e tecnica a rilievo.

Ryta
Una produzione a parte Ŕ rappresentata dai ryta: vasi o idoletti rituali realizzati in ceramica dipinta o smaltata. Sono spesso statuette con figure di animali, conchiglie e figurine femminili con destinazione votiva o ornamentale. Tra gli esempi pi¨ celebri dei ryta si pu˛ ricordare la Dea dei serpenti.

A. Cocchi


Bibliografia.

AA.VV. La Storia dell'Arte. Le prime civiltÓ. Electa editore. Milano, 2006
AA.VV. Egitto. Archeologia e storia. Vol. I Folio editrice
G. Cricco, F.P. Di Teodoro Itinerari nell'arte. Vol. I. Zanichelli editore, Bologna 2003
E. Bernini, R. Rota Eikon. Guida alla storia dell'arte. Vol.I. Editori Laterza, Bari, 2005
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol I. Gruppo editoriale Fabbri, Milano 1985
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti. Vol. I. Casa editrice G. D'Anna, Firenze 1994
N. Frapiccini, N. Giustozzi. La geografia dell'arte. Vol.1 Hoepli editore, Milano 2004
J. Lange. Creta in: AA.VV. Grecia e Creta. Viaggio nella terra degli dei. Archeo collection. De Agostini, Novara 2007
AA.VV. Creta e il dominio minoico. Una vita piena di colore. in: La Storia dell'Arte. Vol 1 Le prime civiltÓ. Mondadori Electa, Milano 2006
L. Girella. Morte ineguale. Per una lettura delle evidenze funerarie nel Medio Minoico III a Creta. in Annuario della Scuola Archeologica di Atene e delle missioni italiane in Oriente. Vol. LXXXI, serie III,3- Tomo I, 2003 Saia editore 2004
L. Cultraro, L. Pappalardo, F. P. Romano. Insediamento e necropoli dell'Antico e Medio Minoico a PriniÓs, Creta (Grecia) CNR Dipartimento Patrimonio culturale
R. H. Hutchinson L'antica civiltÓ cretese in: Storia dell'arte Einaudi vol. I Torino 1976
S. Caranzano (a cura di) La civiltÓ minoico-cretese. Dispensa del Corso di Archeologia dell'UniversitÓ Popolare di Torino 2010-11

 

Approfondimenti:Alessandra Cocchi, ceramica, archeologia, civiltÓ.

Stile:Arte Minoica.

Per saperne di più sulla città di: Creta

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Brocca dipinta in stile vegetale. Proveniente da Festo, h. 29cm. 1550-1500. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.


Pithos dipinto con asce bipenni e canne palustri. Proveniente da Cnosso. Stile di Palazzo. 1450-1400 a. C. Altezza 97 cm. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.


Vaso, stile marino, 1500 a.C. (periodo palaziale nuovo). Heraklion, Museo Archeologico. Creta

disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK