Costumi storici di Vita Rita Serafini


Catalogo dei Costumi Come nasce un costume. Le fasi operative Coppia di costumi 1625 Coppia di costumi '700 veneziano Costumi del '700 Costumi e ricostruzioni storiche in miniatura Costumi tradizionali e per le feste Divisa di Cadetto 1860 Eventi in costume Figurini della Scala di Milano I Costumi dell'Antico Egitto Intimo femminile metà '700 Costume Cleopatra Costume di dama 1772 Costume di dama 1788 Costume di dama 1842 Costume di dama del primo '500 italiano Costume di Imperatore romano Costume di Matrona romana Costume femminile andaluso Costume Madame Butterfly Costume Madame Pompadour Costume maschile 1772 Costume maschile del primo '500 italiano Costume maschile indiano Costume maschile Reggenza Costume Tutankhamon Dama in azzurro 1860 Sari indiano Sposi 1927


torna indietro: Arti applicate

Costume maschile 1772

Colpo d'occhio  >  Arti applicate

Costume maschile francese del 1772, riferito agli ultimi anni del regno di Luigi XV
L'abito è una tipico esempio dello stile Rococò,composto di tre pezzi: Marsina, Gilet e Culottes. La Marsina, detta anche Habit o Giustacuore in Italia, è realizzata in tessuto devorè a fantasia orientaleggiante rossa su fondo bordeaux. L'iconografia tessile dell'epoca era infatti riferita a decorazioni provenienti dall'Estremo Oriente. Presenta maniche tubolari con i paramani riportati della stessa stoffa, tasche provviste di grandi pattine a punta sui fianchi e rifiniture in passamaneria dorata.

 


Vita Rita Serafini. Costume maschile 1771. Collezione privata

 

 La linea è piuttosto aderente e le falde, leggermente sfuggenti indietro, sono notevolmente accorciate rispetto agli esempi del decennio precedente. La Marsina di solito veniva portata aperta, qualche volta poteva essere abbottonata solo all'altezza del petto per lasciar vedere la Veste sotto.

Tipici pantaloni del '700 sono le Culottes, che avevano una linea aderente ma morbida e lunghi fin sotto al ginocchio, da portare sopra alle calze, in genere dello stesso colore dell'abito. In questo caso le Culotte sono in tesstuo morbido e in tinta unita bordeaux.

 


Il gilet dell'abito   

 L'abito si completa con la Veste o Sottomarsina, che d'ora in poi viene chiamata Gilet e dalle Culottes. Sotto è presente la camicia con Jabot. La Veste, di foggia inizialmente molto simile all'abito, nel corso del secolo perderà le maniche, fino a somigliate al gilet moderno. In questo esempio il Gilet è realizzato con lo stesso tessuto della Marsina e presenta simili rifiniture in passamaneria dorata.  Si chiude con alamari dorati e si apre in basso con terminazioni sfuggenti.

 

 La camicia in seta e maniche con volant


La camicia rappresenta un raffinato complemento dell'abito, in tessuto di seta pura. Anche in questo caso si dava grande importanza alle decorazioni. Le maniche presentano grandi volant in pizzo francese che dovevano fuoriuscire dai risvolti delle maniche dell'abito.  L'allacciatura della Sottomarsina è inoltre spostata verso il punto di vita per far vedere le vaporose trine increspate dello Jabot che orna il davanti dell'abito, impreziosito dalla spilla color rubino. 

 

Gli accessori dell'abito.

 


Parrucca, cappello, fazzoletto e bastoncino 

Le acconciature maschili del '700 erano caratterizzate dalle parrucche, di foggia più contenuta rispetto a quelle seicentesche. Come in questo costume, si portavano con morbidi boccoli distribuiti sulle tempie, ondulati sulla fronte e sulla sommità del capo. La capigliatura si allungava dietro e veniva fermata da un nastro di raso nero: il Solitaire. 

Sopra la parrucca bianca si portava il Tricorno, tipico copricapo settecentesco. In questo esempio è stato scelto un elegante Tricorno nero in feltro con bordatura in oro e decorazioni in pizzo nero.

Indispensabile per l'uomo elegante del XVIII secolo era il fazzoletto in pizzo raffinato francese da portare al dito, fermato con un anello prezioso.

 


Il fazzoletto in pizzo e il bastoncino da passeggio

 

Tra gli accessori non poteva mancare il bastoncino da passeggio, nell'esempio sopra è nero e sottile, adatto alle occasioni eleganti, con pomello sferico di metallo.

Questo costume può essere abbinato al Costume di Dama 1772.

 

V. R. Serafini

A cura di A. Cocchi

 

Approfondimenti e argomenti correlati:

 

Storia della moda e del costume

Moda stile Rococò

Arte del Settecento

 


 

Bibliografia

V. Maugeri A. Paffumi Storia della moda e del costume. Calderini Editore, Firenze 2005
L. Kybalovà, O. Herbenovà, M. Lamarovà. Enciclopedia illustrata del costume. F.lli Melita Editore, La Spezia 1988
C. Giorgetti. Manuale di Storia del Costume e della Moda. Cantini Gruppo D'Adamo Editore, Firenze
E. Morini. Storia della moda XVIII-XX secolo. Skira editore, Ginevra-Milano 2006

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni su questo costume si può contattare la costumista al seguente indirizzo e-mail:

ritacostumi@virgilio.it

 

 Torna al catalogo dei costumi

 

Approfondimenti:costume, moda, uomo, Vita Rita Serafini, abito, storia, .

Stile:Settecento.

Per saperne di più sulla città di: Messina

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Vita Rita Serafini. Costume maschile 1772. Dettaglio. Collezione privata




Jean-Baptiste Charpentier il Vecchio. La famiglia del duca di Penthièvres. Dett.  1762-66. Museo Nazionale  del Castello di Versailles.




Un completo maschile del 1781 dalla "Galerie des Modes et Costumes Francais".



disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK