Costumi storici di Vita Rita Serafini


Catalogo dei Costumi Come nasce un costume. Le fasi operative Coppia di costumi 1625 Coppia di costumi '700 veneziano Costumi del '700 Costumi e ricostruzioni storiche in miniatura Costumi tradizionali e per le feste Divisa di Cadetto 1860 Eventi in costume Figurini della Scala di Milano I Costumi dell'Antico Egitto Intimo femminile metà '700 Costume Cleopatra Costume di dama 1772 Costume di dama 1788 Costume di dama 1842 Costume di dama del primo '500 italiano Costume di Imperatore romano Costume di Matrona romana Costume femminile andaluso Costume Madame Butterfly Costume Madame Pompadour Costume maschile 1772 Costume maschile del primo '500 italiano Costume maschile indiano Costume maschile Reggenza Costume Tutankhamon Dama in azzurro 1860 Sari indiano Sposi 1927


torna indietro: Arti applicate

Divisa di Cadetto 1860

Colpo d'occhio  >  Arti applicate

Nella ricca collezione dei costumi d'epoca di Rita Serafini non poteva mancare una divisa militare. Il costume di Cadetto dell'Accademia Militare italiana è riferito al 1860, e fa parte del gruppo di costumi che ricreano l'atmosfera e i personaggi del Gattopardo. 

 

Vita Rita Serafini. Divisa Accademia Militare italiana 1860.
Vedute frontale e laterale. Collezione privata

 

L'elegante divisa è composta di una giacca uniforme a doppio petto di colore blu scuro, con due file di bottoni dorati disposti in modo da restringersi verso il basso. Le spalle sono enfatizzate delle grandi spallide dorate con frange da ufficiale, il collo è formato da un cinturino di colore bordeaux con sottile bordo dorato. Le maniche, morbide e lineari, sono vivacizzate dal contrasto dei polsi su cui è applicato un riporto bordeaux, alto, sagomato a punta e con sottile bordo dorato.

 

 

 

Lateralmente i polsi si chiudono con due bottoni dorati. Dalla spallina sinistra si sviluppa un cordone rosso che forma un nodo e viene lasciato libero per agganciari ad uno dei bottoni della giacca. Sull'uniforme si appoggia a tracolla una fascia azzurra fermata da due pennacchi.

I  pantaloni a tubo di linea morbida sono segnati per tutta la lunghezza della gamba da una striscia di colore bordeaux.

 

Il cappello del cadetto, è di semplice forma cilindrica con visiera in avanti, ornato con con fregi e pennacchio rosso e una grande coccarda tricolore con lo stemma dell'Accademia.

 

 

Per chi vuole approfondire la coinoscenza sul costume militare nell'Italia del Risorgimento ricordiamo Giovanni Fattori, uno degli artisti che attraverso le sue opere ha meglio interpretato la vita militare di quel tempo.

Al 1860  Rita Serafini ha inoltre dedicato anche un costume femminile: La Dama in azzurro.

 

V. R. Serafini

A cura di A. Cocchi

 

Approfondimenti e argomenti correlati:

 

Storia della moda e del costume

Rievocazione storica del Gattopardo

Dama in azzurro 1860

Giovanni Fattori

 


 

Bibliografia

V. Maugeri A. Paffumi Storia della moda e del costume. Calderini Editore, Firenze 2005
L. Kybalovà, O. Herbenovà, M. Lamarovà. Enciclopedia illustrata del costume. F.lli Melita Editore, La Spezia 1988
C. Giorgetti. Manuale di Storia del Costume e della Moda. Cantini Gruppo D'Adamo Editore, Firenze
E. Morini. Storia della moda XVIII-XX secolo. Skira editore, Ginevra-Milano 2006

 

 

 

Approfondimenti:costume, divisa, cadetto, Gattopardo, Vita Rita Serafini, .

Stile:Ottocento.

Per saperne di più sulla città di: messina

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Vita Rita Serafini. Divisa dell'Accademia Militare italiana 1860. Collezione privata.




Giovanni Fattori, Campo italiano alla battaglia di Magenta, 1861-1862, olio su tela, 232x348 cm, Firenze, Galleria d'Arte Moderna




Vita Rita Serafini. Costume di dama in azzurro 1860. Collezione privata.





 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK