Artemisia Gentileschi


Formazione Periodo giovanile Firenze 1612-1620 Genova,Venezia e Roma: 1620-30 Napoli, 1630-38 Inghilterra:1638-41 Napoli, 1642-52


torna indietro: Artisti

Napoli, 1642-52

Storia dell'arte  >  Artisti

Quest'ultimo periodo dell'attività artistica di Artemisia Gentileschi fu caratterizzato dal lavoro per conto di Don Antonio Rufo di Sicilia. Artemisia completò David e Bathsheba [Museum of Art, Columbus, Ohio, 1640]. Anche il quadro che le è stato attribuito Lot le sue figlie (Museum of Art, Toledo, Ohio, 1640) risale sempre a questa fase. Una delle sue ultime opere famose è la sua prima eroina femminile, Lucrezia [Museo di Capodimonte, Napoli, 1642], che è sempre un'opera attribuita; il soggetto dimostra la passione di Artemisia per l'eroina al femminile, forte, abile e donna indipendente.
La sua presenza a Napoli è stata fondamentale, poichè la Gentileschi ha influenzati in modo determinante la pittura napoletana, avviando una nuova fase evolutiva.

Artemisia Gentileschi morì nel 1653. Nonostante le sue capacità, la sua reputazione e la sua importanza, su di lei non è stato scritto molto. Ciò che rimane della sua vita e della sua esperienza artistica sono 34 dipinti e 28 lettere.

A. Cocchi


Bibliografia e sitografia

A. Lapierre Artemisia Mondadori 1999
AA.VV. Caravaggisti Dossier Art n. 109, Giunti,  Firenze 1996
B. R. Benjamin, P. De Montebello, C. Strinati. Premessa in: Orazio e Artemisia Gentileschi, Skira editore, Milano, 2001
La Nuova Enciclopedia dell'arte, Garzanti, 1986

www.cronologia.it

 

Approfondimenti:Artemisia Gentileschi, .

Stile:Seicento.

Per saperne di più sulla città di: Napoli

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK