L'acquitrino de La Souterraine

Durante il viaggio nel Berry, Theodore Rousseau ebbe molti spunti per i soggetti da ritrarre e rimase particolarmente colpito dagli acquitrini presenti nella regione. In questa opera sono ben riscontrabili lo studio dal vero e la tecnica en plein air, ma anche la particolare visione della natura che avvicina Rousseau al Romanticismo.
Sicuramente fù un dipinto già vicino al realismo, la resa pittorica fù accurata e al tempo stesso sintetica nelle macchie di colore. Per cui nell'insieme ogni elemento risulta descritto in maniera molto precisa, dalle ginestre, alla acqua, alle nuvole.
Sono resi in modo realistico anche l'effetto della luce e dell'atmosfera umida. Grazie alla sua tecnica molto rapida e sicura riuscì a realizzare una sintesi di grande effetto spettacolare.

A. Zanchini


Bibliografia:


G.Cricco, F.P. Di Teodoro. Itinerario nell'arte- dal Barocco al Postimpressionismo,Zanichelli
D. Durbé, Anna M. Damigella La Scuola di Barbizon, Fratelli Fabbri Editori
K. Clark Il paesaggio nell'arte. Garzanti editrice

Approfondimenti
Loading…