La salvaguardia del villaggio preistorico

Con l’obiettivo di salvaguardare i reperti archeologici si è sovrapposto all’area dell’abitato uno strato di 30 cm. di sabbie e terriccio, con la funzione di proteggere il sottostante livello archeologico per rendere possibili i percorsi pedonali e le reti tecnologiche, nonché per svolgere senza problemi lavori di manutenzione.
Per indicare il luogo in cui un tempo sono stati rinvenuti i reperti, gli studiosi hanno posizionato tracce evidenti e riconoscibili, come pali nelle buche di fondazione, oppure ciottoli di fiume nello strato risalente all’epoca medievale. Quando occorrerà eseguire ulteriori scavi, questi oggetti verranno rimossi. 

L. Cenni , G. Maccherozzi, M. Scioni - Fotografie: L. Bravaccini, R. Daffara, F. Maremonti (alunni del Liceo Classico Monti, Cesena)

Approfondimenti
Loading…