Pala di San Zeno. Il valore dei dettagli

Pala di San Zeno. Il valore dei dettagli

""

Bibliografia

 

I temi del lavoro umano e dell'arte sono affrontati da Mantegna nella sua Pala di SanZeno. Sono intesi come attività artigianali e spirituali che partendo dalla materia naturale la trasformano e la sublimano.
L'arte come pratica dell'ingegno, abilità manuale, passione e tensione dello spirito, viene evidenziata come l'attento e paziente lavorìo dell'artista, capace di rendere rara e preziosa qualsiasi materia. Perciò il raffinato realismo pittorico di Mantegna intaglia i rilievi dell'architrave, scolpisce i marmi del trono, trafora il disco a forma di ruota, tesse il tappeto e le stoffe, ricama le vesti, intreccia le ghirlande e disegna l'architettura.
Mantegna rende visibile questo processo di elezione in cui tutte le materie offerte dalla natura possono essere trasformate dalla mano e dalla sapienza dell'uomo. Per questo dipinge ogni minimo dettaglio con la massima finezza, cercando di rendere non tanto l'apparenza e l'aspetto delle cose, ma le qualità, come la consistenza, la purezza, la trasparenza, l'energia, il calore, la luce. Quindi le forme sono plastiche e costruite con esattezza, consistenti come pietra, i panneggi sono fitti, mossi, sfaccettati in pieghe minute accuratamente definite. I colori sono accesi, sviluppati in mille tonalità, pieni di energia, puri e dissonanti.

A. Cocchi

 

 


 

 

""

 

San Zeno Altarpiece. The value of the details

 

""
Andrea Mantegna. San Zeno Altarpiece. Detail. 1457-60. San Zeno Church, Verona.

 

In his San Zeno AltarpieceMantegna faces the subject of human labour and art, understood as a craft and spiritual activity, starting in the natural matter, transforming it and exalting it.
The art understood as practice to the brain, manual ability, passion and tension of the spirit, is highlighted as the careful and patient work of the artist, capable of making any matter look precious and rare. Therefore, Mantegna’s refined pictorial realism carves the relief of the architrave, sculpts the marble of the throne, pierces the disc in the shape of a wheel, weaves the rug and the fabrics, embroiders the clothes, intertwine the garland and draws the architecture.
Mantegna makes this choice process visible, where all the matter offered by nature can be transformed with the hand and wisdom of the man. And so he paints every detail with a great fineness, trying to render not so much the appearance and the aspect of things, but the quality, like the consistency, the purity, the transparency, the energy, the warmth and the light. Therefore the shapes are plastic and built with accuracy, consistent like a stone, the drapery is thick, rough, sliced in tiny folds accurately defined. The colours are bright, developed in thousands shades, full of energy, pure and dissonant.

A. Cocchi

Trad: A. Sturmer

 

 


 

 

 


 

Bibliografia

 

Lionello Puppi Cianfrusaglie reperti e un talent scout in: Il Romanzo della pittura. Masaccio e Piero. Supplemento al n° 29 de "la Repubblica" del 2.11.1988
Claudia Cleri Via Mantegna. Art eDossier n.55. Giunti, Firenze. 1991
La Nuova Enciclopedia dell'Arte Garzanti.
AA.VV. Moduli di Arte. Dal Rinascimento maturo al rococò. Electa-Bruno Mondadori, Roma 2000
A. Blunt Le teorie artistiche in Italia dal Rinascimento al Manierismo. Piccola Biblioteca Einaudi, Giulio Einaudi Editore, Torino 1966
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2004
G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa Storia dell'arte. Vol II Dal Quattrocento al Settecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2008

Approfondimenti
Loading…