Eudimorfodonte

Il più antico rettile volante ad oggi conosciuto è l'Eudimorfodonte (nome scientifico: Eudimorphodon), i cui resti sono stati ritrovati in Italia, presso Bergamo.
Si trattava di un animale vissuto durante il Triassico, nell'Era Mesozoica, pienamente evoluto per il volo. Lungo circa settanta centimetri, aveva un'apertura alare di circa due metri e una coda sottile terminante con un timone. Aveva un collo sottile e flessibile, ma non troppo lungo. La testa aveva una forma allungata in avanti con un grosso becco. Dai numerosi denti di forma diversa ma molto aguzzi, si deduce che la sua dieta era carnivora, si cibava di pesci ma anche di insetti.
Le ali erano formate da una membrana di pelle tesa, simile a quella dei pipistrelli, sostenute dal quarto dito delle zampe anteriori sviluppato per tutta la lunghezza delle ali. Il corpo era reso aerodinamico dalla forma a romboide, simile a quella di un comune aquilone, ma era molto leggero. Doveva avere una muscolatura molto robusta per riuscire a tuffarsi per catturare i pesci, risalire e compiere virate durante il volo. Le zampe posteriori, corte erano munite di artigli.

   

Loading…