Creazione di Adamo

Nella Creazione di Adamo, uno degli affreschi più celebri realizzati da Michelangelo nella Cappella Sistina, il gruppo di Dio circondato dagli angeli, si coglie un effetto dinamico di volo, anche se le figure sono tutt'altro che eteree  e leggere. Sono possenti, hanno una forte gravità fisica. Ma la forma a parabola del manto è dinamica, aperta, e sviluppa delle linee di tensione che  funzionano come una freccia, un cuneo che si muove velocemebnte verso sinistra. 
Dio è quindi interpretato come una potente fonte di energia dinamica, che si sposta come un corpo celeste o una galassia. C'è un evidente rinvio astronomico nella forma della parabola. Questa forma convessa sta per scontrarsi con la figura di Adamo, debole e rilasssata, che riprende la stessa curvatura, ma in versione concava, e sembra inglobarla, come per assorbirne la forza dinamica.  Il trasferimento di forza, di energia vitale, trova un punto di contatto, una scintilla, nelle due dita che s' incontrano. II corpo di Adamo è una materia inerte che riceve la vita come una scarica elettrica.

A. Cocchi


Bibliografia

Enciclopedia dell'arte Garzanti, 1986
E. Bernini, R. Rota Figura 1 Editori Laterza, Bari 2002
G. Cricco, F. Di teodoro Itinerario nell'arte. Vol 2, 2000
G.C. Argan, B. Contardi in: Michelangelo Dossier Art n. 9 Giunti, Firenze
C. Alchidini Luchinat, E. Capretti, K. Weil-Garris Brandt Michelangelo. Gli anni giovanili. Dossier Art n. 150 Giunti, Firenze

Approfondimenti
Loading…