La composizione armonica

Il ciclo degli affreschi di Arezzo, con le Storie della Vera Croce è un capolavoro dove si possono rintracciare tutte le componenti dello stile di Piero della Francesca.
All'interno di ogni singola scena inoltre Piero dispone figure ed elementi visivi (colori e forme) secondo un ordine chiaro e razionale. Coerentemente allo stesso principio vengono considerati anche gli intervalli, gli spazi vuoti tra un elemento e l'altro.
Si tratta di un criterio geometrico-matematico, che secondo diversi studiosi corrisponde a principi di armonia musicale (anch'essi impostati sulla matematica) fatti di tempi, di note, e pause. Questo spiega anche l'uso di figure o elementi ripetuti con delle varianti (ad esempio la composizione a croce, o personaggi rappresentati da un lato e dall'altro, l'uso di colori complementari accostati, ecc.) che rinvia a frasi musicali in cui si riprendono gruppi di note e strutture sonore. Spesso in questi affreschi si ritrovano gruppi di figure e intervalli come fossero composizioni con suoni e pause. Lo stesso vale anche per l'accostamento dei colori, sviluppati in sequenze di note cromatiche con varianti su un "motivo" riconoscibile.
Il risultato di questa raffinata organizzazione degli elementi pittorici è il grande senso di equilibrio e chiarezza compositiva delle immagini. L'armonia visiva funziona quindi come l'armonia musicale.

A. Cocchi


Bibliografia e sitografia

M. Bussagli Piero della Francesca. Dossier Art n. 71. Editrice Giunti, Firenze 1992
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nellÂ’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2004
G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa Storia dell'arte. Vol II Dal Quattrocento al Settecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2008
E. Forssman. Dorico, ionico, corinzio nell'architettura del Rinascimento. Editori Laterza, Bari 1988
L. H. Heydenreich Il Primo Rinascimento. Arte italiana 1400-1460. Rizzoli Editore, Milano 1979
La Nuova Enciclopedia dellÂ’arte Garzanti, Giunti, Firenze 1986
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti vol.II
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol III
E. Bernini, R. Rota Eikon guida alla storia dell'arte. Vol. 2 Dal Quattrocento al Seicento. Editori Laterza, Bari 2006

 

Approfondimenti
Loading…