Coelophisis

Da alcuni fossili ritrovati in Nord America, si è potuto ricostruire il Coelophisis, un rettile carnivoro bipede comparso durante il Triassico circa 200 milioni di anni fa.
La corporatura snella e leggera, del peso di circa 23 chilogrammi e le lunghe e muscolose zampe posteriori permettevano al Coelophisis di essere agile e veloce.
La testa piccola era sostenuta da un collo lungo e flessibile; il muso triangolare comprendeva la bocca con numerosi denti piccoli e taglienti.
Le zampe anteriori erano più corte di quelle posteriori, con mani dalle dita lunghe ad artiglio, per afferrare meglio le prede. Le zampe posteriori avevano un piede simile a quello degli uccelli, con il primo dito rivolto all'indietro. La coda era molto lunga.

I dinosauri discendenti del Coelophisis sono detti Celurosauri.

Asaki San

 



Vuoi divertirti a colorare il Celophisis? Clicca sul link che vedi qui sottoe accedi alla pagina per scaricare il disegno.


Celophisis da colorare

 


Bibliografia:

 V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili. Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977

L.B. Halstead, G. Caselli. Evoluzione ed ecologia dei dinosauri. Eurobook Londra, 1976; Vallardi Industrie Grafiche per l'edizione in lingua italiana, Lainate (MI) 1976

L. Cambournac, M.C. Lemayeur, B. Alunni, E. Beaumont. Dinosauri e animali scomparsi. Edizioni Laurus, Bergamo.

P. D'Agostino. Dinosauri dalla A alla Z. De Agostini editore, Novara 2010

D. Meldi, S. Boni, L. Cecchi. Dinosauri dalla A alla Z. Origine, evoluzione, estinzione. Rusconi Libri S.p.a. Santarcangelo di Romagna.

M. La Greca, R. Tomaselli. La natura questa sconosciuta. Vol.3. Istituto Grografico De Agostini. Novara 1968

Enciclopedia Universo. Istituto Geografico De Agostini, Novara. 1971.


 

   

Loading…