A Badia Prataglia la musica ha sempre ricoperto un ruolo importante, sia quella suonata che quella cantata.
Nel 1906 nacque la prima Filarmonica di Badia, e furono molti coloro che vollero farne parte: fra di essi si distinse un artigiano di Badia,  Mulinacci, talmente dedito alla Banda da meritarsi il soprannome “il Verdi”, e da diventarne in seguito il maestro.
Durante il periodo bellico la Banda ha dovuto naturalmente fare una pausa, ma poi ha ripreso la sua attività a pieno ritmo.
Guido Paoli ha diretto per molti anni la Banda, insegnando a leggere e ad amare la musica a moltissimi Badiani, piccoli e grandi, con dedizione e partecipazione. Molti degli attuali maestri di musica di Badia sono stati proprio suoi allievi.
Negli ultimi anni Guido ha deciso di lasciare il timone al maestro Enzo Serrotti, che dirige la Banda in giornate di festa come il Corpus Domini. Inoltre, il maestro Walter Donati e il sopracitato maestro Serrotti, insegnano musica alle Scuole Medie di Badia, in cui ad ogni ragazzo è affidato uno strumento, con l'obiettivo di riformare una banda di giovani, che in futuro possa essere sempre in attività.
Per quanto riguarda la parte canora, è molto apprezzata la locale “Schola Cantorum”, fondata nei primi decenni del Novecento grazie alla Contessa Mary Senni, che volle investire in questo gruppo, immaginando, con ragione, che sarebbe stato un successo. La Schola Cantorum infatti è ancora in attività, e allieta con le sue vocalità eterogenee le Messe domenicali nella Chiesa di Badia; anch'essa per lungo tempo è stata guidata da Guido Paoli, succeduto a Giuseppe Mulinacci, che a sua volta l'aveva diretta per anni con competenza e passione, scrivendo pezzi tuttora cantati dal coro.
Oltre alla Schola Cantorum a Badia si è formato nel 2005 un gruppo amatoriale, che si sta rapidamente espandendo, l'Insieme Vocale Orophonia, guidato dal maestro Patrizio Paoli; tale gruppo esplora un repertorio corale a cappella che spazia dal sacro al profano, dal canto gregoriano alla musica contemporanea, ricevendo, per la sua poliedricità, dei grandi consensi, non soltanto in paese, ma anche in concorsi canori regionali e nazionali. Lo scorso anno, al terzo Concorso Corale Nazionale della città di Fermo, l'Orophonia si è aggiudicata il premio speciale ARCOM per la migliore esecuzione di un brano scelto tra gli autori: “Super Flumina Babylonis”.

Da segnalare a tutti i musicofili i numerosi e molto apprezzati eventi musicali, organizzati ogni anno a Badia Prataglia.

 E. Zoni


 

Un paese in musica


torna indietro: Badia Prataglia
 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK