Leon Battista Alberti


Notizie sulla vita Tempio Malatestiano Alberti a Mantova San Sebastiano Sant'Andrea


torna indietro: Artisti

Leon Battista Alberti

Storia dell'arte  >  Artisti

Leon Battista Alberti

Approfondimenti: vedi colonna a sinistra

Mappe concettuali

Bibliografia

 

 

Leon Battista Alberti, è uno dei più grandi umanisti del Rinascimento.
Oltre che architetto è uno studioso e un teorico, ha una cultura vastissima e un'attività multiforme che si riflettono nelle sue opere. L'architettura albertiana ha fatto scuola, offre dei modelli esemplari, che trasmettono valori senza tempo, validi non solo per il Rinascimento.
Alberti è un intelllettuale pieno di interessi, ha scritto libri di giurisprudenza e di politica,  è poeta e letterato, conoscitore dell'antichità e teorico dell'arte che sa occuparsi sia dell'arte contemporanea che dell'arte antica, tanto che è uno dei primi archeologi della storia.
E' fondamentale il Trattato della Pittura, scritto nel 1435-36, dove spiega con chiarezza i principi della prospettiva e introduce regole pratiche per gli artisti.
Nei suoi trattati sull'arte l'artista è visto per la prima volta come un intellettuale e non più come semplice operatore. Coerentemente a questo principio Alberti come architetto si occupa più della progettazione che dell'esecuzione (secondo la pratica medievale, dove l'architetto era il "costruttore"): gran parte dei suoi edifici li affida agli allievi, e sono compiuti in sua assenza sulla base dei suoi progetti. Con Alberti si introduce la distinzione tra ideazione ed esecuzione dell'opera.
Alberti ha un grande senso della libertà, sia nella sua vita di "viaggiatore" (non si lega mai a nessuno e a nessun luogo, (mentre molti artisti rimangono fedeli ai loro committenti e mecenati), e sia nell'arte, perchè non cede mai a compromessi. Porta sempre avanti i principi in cui crede, a volte sfidando anche forti resistenze, come nel caso del Tempio Malatestiano di Rimini.
La sua opera nell'insieme va considerata un messaggio itinerante che si sviluppa a tappe, ma assume un significato universale. La presenza delle sue opere dà un'impronta rinascimentale alle città in cui Alberti si è fermato. Uno degli esempi più importanti in questo senso è Mantova, dove si trovano le chiese di San Sebastiano e Sant'Andrea.
Il suo principale ideale estetico è basato sull'armonia proporzionale che segue i rapporti geometrico-matematici delle forme naturali e della musica. L'edificio viene rapportato alla scala umana, ma anche il contesto urbanistico. Una delle sue idee è quella del "palazzo in forma di città" e della "città in forma di palazzo" che vede la casa come una piccola città e la città come una grande casa.
Dietro a questi importanti concetti c'è lo studio dell'architettura classica, di Vitruvio, ma c'è anche molta invenzione, libertà interpretativa, impostata su conoscenze geometrico-matematiche e musicali e su una mentalità molto aperta e moderna.
Naturalmente l'architettura Albertiana deve molto anche a Brunelleschi, che viene da lui molto ammirato, ma all'ordine lineare e basato sul disegno di Brunelleschi, Alberti contrappone un ordine di forme e un'armonia per masse, con effetti più maestosi e classici.

A. Cocchi

 

Mappe concettuali

 

Leon Battista Alberti. Mappa concettuale con cenni sulla vita e sintesi sulle opere principali. Autore: A. Cocchi

Per vedere l'elenco di tutte le Mappe concettuali di Storia dell'arte clicca qui

 

 


Bibliografia e sitografia

 

F. Borsi, S. Borsi Leon Battista Alberti. Dossier Art n. 93, Editrice Giunti, Firenze 1994
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2004
G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa Storia dell'arte. Vol II Dal Quattrocento al Settecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2008
E. Forssman. Dorico, ionico, corinzio nell'architettura del Rinascimento. Editori Laterza, Bari 1988
L. H. Heydenreich Il Primo Rinascimento. Arte italiana 1400-1460. Rizzoli Editore, Milano 1979
La Nuova Enciclopedia dell’arte Garzanti, Giunti, Firenze 1986
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti vol.II
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol III
E. Bernini, R. Rota Eikon guida alla storia dell'arte. Vol. 2 Dal Quattrocento al Seicento. Editori Laterza, Bari 2006

 

Approfondimenti:Alberti, architettura, urbanistica, cittą, palazzo, classicismo, Alessandra Cocchi, .

Stile:Quattrocento, Rinascimento.

 


Leon battista Alberti. Autoritratto (presunto). 1432-34 ca. Placchetta bronzea, Washington, D.C., The National Gallery of Art.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK